NGK: UN FORNITORE PARTECIPE

by Super User


“Certo, il lavoro negli anni è cambiato molto – spiega Sergio Flagella

, uno dei cinque soci dell’azienda – specie nel settore delle candele e candelette. Un tempo bastavano ‘quattro codici’ per coprire il circolante e il marchio NGK era praticamente assente dal mercato italiano. Oggi rappresenta invece un marchio fondamentale per lavorare bene sul mercato e i codici si sono moltiplicati in tal modo che è sempre più spesso necessario avere il supporto di un’azienda seria per offrire un servizio adeguato alle offi cine”.

La storia di Arat 2000 con il marchio NGK dura oramai da anni, ma il vero e proprio “matrimonio” con il marchio giapponese è avvenuto gradualmente: “abbiamo iniziato molti anni fa a trattare questo marchio, quando cioè è iniziato a cambiare il circolante ed è aumentata la quota di auto asiatiche”.

Insomma, un inserimento per completare la gamma, ma poi, nel tempo, l’azienda ha scelto proprio il marchio NGK per tutta la gamma di candele e candelette, fino alle bobine.